WeDebate

immagine nel testo

La rete We Debate, nata in Lombardia nel 2012 da 6 Istituti scolastici guidati dall’ITE E. Tosi di Busto Arsizio (VA), oggi scuola polo nazionale, in pochi anni si è diffusa a livello nazionale fino a contare, nel 2021, 183 Istituti scolastici, dato che da una parte dimostra un tasso di crescita di oltre il 70% annuo e dall’altra il grande ruolo svolto dal MIUR in collaborazione con la rete in occasione della fase preparatoria delle 1° Olimpiadi Nazionali Italiane di Debate attraverso l’individuazione di una Scuola Polo per ciascuna delle 20 regioni italiane, al fine di promuovere la formazione relativa al Debate e il successivo ingresso nella rete.

La Lombardia, con 51 Istituti scolastici, costituisce ancora la regione che raccoglie il maggior numero di adesioni alla rete ma le altre regioni rappresentano ormai più del 70% del totale degli iscritti, sono ben 17 le regioni in cui la rete è attiva con una scuola capofila che è punto di riferimento per il proprio territorio per la promozione del Debate sia a livello curricolare sia extracurricolare, fornendo formazione, occasioni di incontro, informazioni e organizzando tornei amichevoli a diversa scala.

La rete è composta da Scuole secondarie di primo e secondo grado, enti ed istituzioni che rappresentano una attiva e propulsiva comunità che condivide il valore del Debate come pratica didattica innovativa, volano di sviluppo delle competenze trasversali indispensabili per il futuro degli studenti come cittadini partecipi e responsabili e professionisti in grado di affrontare le sfide di un mondo in veloce evoluzione.